PILLOLE    FISCALI

Pubblicata il: 1 settembre 2016

Autore: Francesco Paolo CIRILLO

Finalmente anche la Sesta sezione della Cassazione ha emesso una ulteriore sentenza e precisamente la n. 17342/2016 del 24/08/2016 che condanna l’Agenzia delle Entrate dando ragione ad un Medico Convenzionato con il Servizio Sanitario Nazionale attraverso la Regione Puglia per quanto afferisce “all’Imposta Irap”.

La Segretaria di Studio ha soltanto una mera funzione di ricevere telefonate e fissare appuntamenti e quindi non reca nessun valore economico aggiunto, per cui il Reddito prodotto dal Medico Convenzionato con il Servizio Sanitario Nazionale non è imponibile Irap.

Possiamo constatare che ormai la Cassazione con varie sentenze recentissime, emanate a partire dal mese di Aprile 2016, tanto per citarne una la n. 9451/16 del 10/05/2016 a Sezioni Unite, ad oggi assevera che la Segretaria dello Studio di un Medico Convenzionato con il Servizio Sanitario Nazionale non è Base Imponibile ai fini Irap.

Si auspica che anche le Sezioni delle Commissioni Tributarie Provinciali e Regionali acquisiscano altresì quest’ultima Sentenza con un dispositivo più che mai positivo annullando la Base Imponibile Irap e concedendo il rimborso delle imposte versate negli anni per il Medico Convenzionato con il Servizio Sanitario Nazionale.

prof. Francesco Paolo Cirillo
Professore a contratto Università degli Studi di Napoli “Parthenope”
Dottore Commercialista
Revisore Legale
Mediatore Abilitato

 

 

  
Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie.