Facciamo luce sulla  P E T

Pubblicata il: 9 aprile 2017

Autore: Mario ESPOSITO

Proviamo a mettere un pò di ordine e a fare chiarezza su di un argomento che in queste ultime settimane, anche per le novità introdotte nel catalogo regionale degli accertamenti dall’ex commissario Polimeni, (Decreto 71/2016  e  Decreto 5/2017 ) ha creato non poche perplessità nella classe medica locale.
Vi invitiamo a leggere con attenzione l’articolo che verterà non sulla tecnica dell’esame ma su come effettuare una richiesta corretta ed appropriata.

Parliamo della Tomoscintigrafia Globale Corporea (PET), da eseguire da sola o insieme a TC (PET/TC total body), e delle due Tomoscintigrafie Cerebrali, la qualitativa e la quantitativa.

Si tratta di esami dai costi molto elevati, richiedibili dal Medico di Medicina Generale SOLO su prescrizione di specialista autorizzato (struttura pubblica, ospedaliero, universitario, ecc.), che sono soggetti a limitazioni prescrittive.

Analizziamo in quali casi è possibile richiederli a carico del SSN in base a quanto previsto dal vigente catalogo regionale , iniziando dalla Tomoscintigrafia Globale Corporea (PET):

1) Stadiazione di neoplasia (quindi con diagnosi già posta)
2) Diagnosi differenziale tra recidiva tumorale e radionecrosi
3) Valutazione di malignità della neoplasia e/o della risposta al trattamento chemio/radioterapico successivamente a TC e RM e qualora tali indagini non abbiano consentito un completo inquadramento diagnostico.

Da quanto riportato si deduce che non è possibile richiedere l’esame in presenza della sospetta presenza, anche se molto fondata, di una neoplasia: occorre che la diagnosi sia stata posta, con tutto ciò che ne consegue (rilascio dell’esenzione 048, avvio della pratica di invalidità/104).

Fino al 30 settembre 2016 era possibile richiedere la PET e le eventuali TC (capo, collo, torace, addome completo) anche contemporaneamente; dal 1° ottobre ciò non è più possibile.

Il medico ha due sole possibilità:

1) Richiedere PET/TC TOTAL-BODY eseguita con macchina ibrida PET/TC, dal costo di 1.071,65€ e con codice del catalogo regionale 92186.002, non associabile ad alcun altro esame

2) Richiedere la sola PET, dal costo di 850,00€ e con codice del catalogo regionale 92.18.6.001.

Eventuali TC associate non possono essere richieste nei 7 giorni precedenti o successivi alla richiesta della sola PET.

Nel caso lo specialista richiedente ritenga necessario derogare a questa indicazione, deve darne ampia motivazione che il MMG dovrà obbligatoriamente riportare sul promemoria cartaceo rilasciato al paziente.

E’ evidente quindi come da un lato il legislatore abbia mirato ad evitare sprechi, e dall’altro abbia fornito la possibilità di eseguire, se necessario, l’esame in una unica seduta (PET/TC con macchina ibrida) con le tecniche più avanzate.

Analogo discorso va fatto per la Tomoscintigrafia Cerebrale qualitativa e per quella quantitativa. Fermo restando che la prescrizione deve sempre provenire da specialisti autorizzati, le indicazioni allo studio quantitativo sono rappresentate dalla valutazione e diagnosi differenziale di: malattie cerebrovascolari, malattie degenerative, demenza, epilessia, malattie infettive, traumi, malattie congenite risultate non accertate mediante TC, RM, Scintigrafia o Tomoscintigrafia cerebrale. In entrambi i casi il medico può:

1) Richiedere TOMOSCINTIGRAFIA CEREBRALE (PET) studio qualitativo/TC eseguita con macchina ibrida PET/TC, dal costo di 939,95€ e codice del catalogo regionale 92116.002, non associabile ad alcun altro esame

2) Richiedere la sola PET, dal costo di 850,00€ e con codice del catalogo regionale 92.11.6.001.
Eventuali TC associate non possono essere richieste nei 7 giorni precedenti o successivi alla richiesta della sola PET.
Nel caso lo specialista richiedente ritenga necessario derogare a questa indicazione, deve darne ampia motivazione che il MMG dovrà obbligatoriamente riportare sul promemoria cartaceo rilasciato al paziente.

3) Richiedere TOMOSCINTIGRAFIA CEREBRALE (PET) studio quantitativo/TC eseguita con macchina ibrida PET/TC, dal costo di 1071,65€ e codice del catalogo regionale 92117.002, non associabile ad alcun altro esame

4) Richiedere la sola PET, dal costo di 850,00€ e con codice del catalogo regionale 92.11.7.001.
Eventuali TC associate non possono essere richieste nei 7 giorni precedenti o successivi alla richiesta della sola PET.
Nel caso lo specialista richiedente ritenga necessario derogare a questa indicazione, deve darne ampia motivazione che il MMG dovrà obbligatoriamente riportare sul promemoria cartaceo rilasciato al paziente.

In conclusione il tutto può essere brevemente sintetizzato tenendo a mente alcuni punti fondamentali:

1) Gli esami con macchina ibrida PET/TC comprendono anche le necessarie TC

2) Le eventuali TC richieste insieme alla sola PET devono essere prescritte almeno sette giorni prima o dopo l’effettuazione della PET (salvo indicazione motivata dello specialista da riportare sul promemoria)

3) Nessuno di questi esami è associabile, nello stesso promemoria, a qualsiasi altro tipo di richiesta

4) Va sempre posta la massima attenzione ai codici degli esami, evitando di assecondare le richieste delle strutture erogatrici se non coincidenti con quanto indicato dallo specialista.

Con questo documento, che ci auguriamo sia sufficientemente esaustivo, riteniamo di aver reso il quadro un pò meno fosco di quanto potesse sembrare inizialmente, fermo restante che, quando si ha a che fare con la burocrazia le cose, purtroppo, si complicano sempre e rendono la vita professionale del medico di Medicina Generale sempre più complessa.