Appuntamento con l'ASL Napoli 3 Sud

Pubblicata il: 21 febbraio 2018

Autore: Francesco Paolo DE LIGUORO

Molto interessante la puntata della rubrica "Appuntamento con l'ASL Napoli 3 Sud" nel corso della quale il Direttore dell'Assistenza Distrettuale dell'ASL Napoli 3 Sud, dott. Primo Sergianni ha trattato due tematiche innovative, quella dell'Overbooking e quella del Recall.

In pratica la Regione Campania con Decreto n. 34 dell’8.08.2017 ha definito gli interventi utili a garantire la riduzione dei tempi di attesa di erogazione delle prestazioni di specialistica ambulatoriale e di ricovero ospedaliero programmato, indicando obiettivi, azioni e tempistiche da osservare per gli anni 2017 – 2018.

Il ricorso all’ Overbooking sistematico da parte delle Aziende Sanitarie, è favorito per consentire il rispetto delle tempistiche delle prenotazioni, così come previsto dall’apposizione dei codici di priorità da parte dei medici prescrittori (MMG o PLS).

In pratica, al fine di garantire un ricorso appropriato alle attività del SSN ed una immediata riduzione dei tempi di attesa di erogazione delle prestazioni, dal 19 febbraio 2018, si è avuto l’avvio della fase sperimentale del sistema RECALL e gestione delle disdette.
Pertanto, gli addetti distrettuali/CUP e/o Farmacie abilitate dovranno registrare necessariamente nel sistema informatico, nell'apposito spazio previsto, il numero di cellulare dell’utente, e in caso che l’utente sia sprovvisto dello stesso, quello di un suo familiare, informando il paziente di accertarsi della avvenuta ricezione dell’SMS come prova dell’inserimento corretto del numero del cellulare dello stesso nel sistema informatico aziendale. Tale inserimento è indispensabile per il successivo inoltro dell’ SMS RECALL.

Quindi, il cittadino-paziente al momento della prenotazione di visita/prestazione specialistica, attraverso il sistema informatico CUP (Sportelli CUP Aziendali e/o Farmacie abilitate) riceverà un sms quale ricevuta di prenotazione, e successivamente un avviso "recall" in prossimità della data prevista per l'erogazione della prestazione.

Qualora per qualsiasi motivo il cittadino-paziente decidesse di non effettuare più la prestazione e volesse disdire la stessa, dovrà necessariamente preoccuparsi di annullare la prenotazione entro 48 ore della data prevista, al fine di rendere disponibile il posto lasciato libero nelle agende di prenotazione, che verrà così messo successivamente a disposizione dal sistema informatico per una nuova richiesta.

In caso di mancata disdetta entro le 48 ore previste, sarà compito dei Direttori Sanitari dei Distretti/Presidi Ospedalieri/DSM Aziendali, che ricevuto l’ elenco informatico dei cittadini che non hanno espletato la visita/prestazione ambulatoriale prenotata, provvedere al recupero delle spettanze. In caso di Ticket già pagato, dovranno provvedere al blocco del rimborso di eventuali richieste da parte del cittadino, mentre in caso di Ticket non pagato, dovranno richiedere il pagamento della quota di partecipazione al costo della prestazione (Ticket) esclusivamente per i cittadini non esenti.

Insomma una vera e propria rivoluzione che è stata ben dettagliata anche nella rubrica televisiva andata in onda su medicoTv.it e su webTv1.it e che Vi invitiamo a visionare.



Questo sito utilizza i cookie tecnici e di terze parti per consentire una migliore navigazione. Se si continua a navigare sul presente sito, si accettano i cookie.