Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Napoli (Reg. n° 32 del 30.3.11) - Direttore Responsabile: Francesco Paolo DE LIGUORO
 
... il portale della MediCoop VESEVO
HOME | Cooperativa |

Sindacato

|

M.M.G.

|

Videoguide

|

Web-TV

|

Tempo libero

|

Download


Archivio notizie
MediCoop VESEVO
ASL Na 3 Sud
Forum
Utilities
Album fotografico
Vecchio sito
Pubblicità
 
medicidiercolano.it: la nuova interfaccia grafica. Qual'é il tuo giudizio ?
Positivo
Preferivo l'altro
Negativo
Indifferente


Leggi i risultati
 
Cerca nel sito
 
Meteo a Napoli
 
Il Punto ....  
l'editoriale del Direttore
 
  Il Punto: l'editoriale del Direttore Utenti online : 1155

Il PUNTO di questa settimana è affidato al collega Vincenzo Pannico, medico di Medicina Generale di S. Giorgio a Cremano che sottolinea, in una sua riflessione, il senso di disagio e di impotenza che talora avvolge il medico di famiglia nell'esercizio della sua professione.


Il PUNTO del dott. Pannico

Su la testa ! ! ! !

Da molti anni la nostra categoria di Medici di medicina Generale, è umiliata e costretta a tenere la testa bassa a causa di una politica sbagliata della Pubblica Amministrazione.

Ma non sempre lo stato attuale in cui siamo è colpa della P.A., a volte, è anche il nostro accondiscendente atteggiamento o la nostra condizioni di medici "revocabili" che ci spinge, in una situazione in cui viene calpestata la nostra dignità.

Questo "PUNTO" vuole essere una un tentativo di analisi delle situazioni che ci hanno costretto ad abbassare la testa e a cercare eventuali soluzioni. Insomma vuole essere un incitamento a tenere” su la testa”.

CERTIFICATI TELEMATICI

Tutti i colleghi ricorderanno l'introduzione dell'invio telematico dei certificati di malattia.

È stata una "rivoluzione" tutta fatta sulle nostre spalle. A niente sono valsi i tentativi della nostra Categoria, di essere coinvolti in una seria sperimentazione della stessa e di graduare nel tempo la realizzazione di questa importante modernizzazione.

Ci è stato detto che eravamo contrari al progresso, che volevamo boicottare la cosa e che saremmo stati puniti anche con la revoca della convenzione se non abbassavamo la testa.

Alla fine abbiamo dovuto cedere e rispettare, inderogabilmente, tutte le scadenza proposte con pugno di ferro dal Ministro competente.

Nel frattempo, mentre si mostravano i muscoli ai MMG, altre categorie, come per esempio le aziende private, ricevevano abbondanti deroghe alle procedure di loro spettanze, fino al 13 di Settembre u.s., data da cui tutte le aziende si sarebbero dovute mettere in regola.
Da questa data, sarebbe stata finalmente ultimata la rivoluzione digitale, la carta sarebbe stata bandita e finalmente potevamo aspirare ad entrare nel novero delle nazioni con P.A. digitalmente avanzata.
Questo dovrebbe significare che tutta la filiera che conduce all'invio all'INPS del certificato di malattia, alla sua ricezione e alla sua consultazione da parte del datore di lavoro, è tutta digitalizzata.
E' vero ?

Per quanto riguarda noi Medici è indubbio che facciamo la nostra parte, rimettendoci in software, tempo e, nonostante tutto, in carta. Ma gli altri ?
E' da tempo che ricevo richieste, da parte dei lavoratori, di copia cartacea del certificato di malattia e di fronte alle mie rimostranze, credo che al massimo bisogna dare il numero di protocollo, il lavoratore mi informa che questo è richiesto dall'amministrazione presso la quale lavora. Ciò è avvenuto ed avviene anche dopo il fatidico 13 di Settembre. E' inutile spiegare al paziente tutta l'inutilità della cosa, argomentando che è assurdo fare un certificato prima telematico, perdendo tempo prezioso e poi facendone anche una copia cartacea. La risposta è sempre, visti i tempi che corrono sul lavoro e sui diritti dei lavoratori, per favore accontentiamo il ragioniere se no ...

Il sottoscritto, come tutti i colleghi, era ed è convinto che bisogna solo, al massimo comunicare al paziente il numero di protocollo del certificato. Ho pensato di non ricordare bene ed allora ho consultato la circolare n. 117 dell'INPS sull'applicazione della legge e pubblicata su questo sito.

E con mia somma sorpresa ho letto: " .... Si ribadisce che il medico che redige il certificato di malattia telematico è tenuto, se richiesto dal lavoratore, come viene chiarito dalla circolare ministeriale n. 4 del 18.03.2011 sopra citata a rilasciare, al momento della visita, copia cartacea del certificato e dell'attestato di malattia telematici. Tale adempimento ha anche l'utilità di consentire al lavoratore di prendere visione della corretta digitazione dei dati anagrafici e, tra questi, dell'indirizzo di reperibilità, la cui esatta indicazione rimane un onere a carico del lavoratore stesso. Il lavoratore può in alternativa richiedere al medico di inviare copia dei suddetti documenti, in formato pdf, alla propria casella di posta elettronica. Egli, inoltre, riceve dal medico il numero di protocollo identificativo del certificato inviato telematicamente"

Non vi sembra che questo comma della circolare, visti i tempi che corrono sui diritti dei lavoratori, vanifichi tutti i tentativi di digitalizzare il percorso e risparmiare sulla spesa della carta ?

Dobbiamo ancora una volta stare a guardare ?

Dobbiamo per forza abbassare la testa ?

Io non credo !

Bisogna rivolgersi a tutte le sedi competenti (INPS, Ministero) e in tutti i modi possibili (sindacati, azioni di protesta) per far notare l'assurdo della vicenda e allontanare da noi il cerino che ci è rimasto in mano (spreco di carta, di tempo, di diritti)

Insomma: Su la testa !!

(Vincenzo PANNICO, medico di Medicina Generale di SAN GIORGIO A CREMANO)
 
 


Web TV


Guest book
 


Sondaggi

Il nostro è un sito ... VIVO:
accendi le casse !
 

Previsioni del tempo a Napoli ?   Cerca nel sito
    
Aggiungimi tra i preferiti   Sceglimi come pagina iniziale
     
Calcola il tuo peso forma   Data presunta del parto
     
Per contattarci   Redazione Testata
     
Tempo libero
Barzellette mediche
 
Album fotografico
 
P O R T O B E L L O
.. il mercatino dell'usato
 
 
LINKS  UTILI
ASL Na 3 Sud Ordine Medici Napoli
FIMMG Ministero della Salute
A.I.F.A. Istituto Super. Sanità
Federfarma Regione Campania
 vai su
Tutti i loghi ed i marchi sono dei rispettivi proprietari.
Policy-Disclaimer

Webmaster dott. DE LIGUORO

© 2016 Powered by
DeLiWeb - 2006-2011