Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Napoli (Reg. n° 32 del 30.3.11) - Direttore Responsabile: Francesco Paolo DE LIGUORO
 
... il portale della MediCoop VESEVO
HOME | Cooperativa |

Sindacato

|

M.M.G.

|

Videoguide

|

Web-TV

|

Tempo libero

|

Download


Archivio notizie
MediCoop VESEVO
ASL Na 3 Sud
Forum
Utilities
Album fotografico
Vecchio sito
Pubblicità
 
medicidiercolano.it: la nuova interfaccia grafica. Qual'é il tuo giudizio ?
Positivo
Preferivo l'altro
Negativo
Indifferente


Leggi i risultati
 
  Requisiti dello studio medico Utenti online : 1191

E' opportuno distinguere immediatamente i termini "Ambulatorio" e "Studio Medico" che nell'accezione comune sono usati spesso come sinonimi, mentre la sentenza n° 1488 del 30/9/95 della Corte di Cassazione ha affermato che si deve considerare "Ambulatorio" qualsiasi struttura "aziendale" destinata alla diagnosi e/o alla terapia medica extraospedaliera, mentre ogni locale dove è esercitata una attività sanitaria in cui il carattere professionale prevale in modo preponderante su quello organizzativo è considerato "Studio Medico".

Pertanto per lo Studio del medico di Medicina Generale (singolo o in associazione) non si applica la normativa in merito all'autorizzazione del sindaco per l'idoneità igienico-sanitaria, né appare essenziale l'eliminazione delle barriere architettoniche (secondo quanto richiesto dalla legge n° 13 del 9/1/89, dal D.M. n° 236 del 14/6/89 e dall'art. 24 della legge 104 del 5/2/1992) in quanto non indispensabile al corretto esercizio dell'attività assistenziale: infatti il medico di medicina generale è tenuto a prestare le proprie cure al domicilio del paziente non trasportabile o non deambulabile.

Inoltre è bene chiarire che lo studio del Medico di Medicina Generale convenzionato non è un locale "aperto al pubblico" ma con accesso riservato ai pazienti in carico al medico.

Nel rapporto convenzionale è prevista invece la possibilità d'accertamento d'idoneità da parte dell'Azienda d'appartenenza del medico convenzionato, accertamento che deve essere eseguito entro 15 giorni dalla comunicazione della avvenuta apertura dello Studio Medico. Oltre tale limite l'autorizzazione all'esercizio professionale nei suddetti locali si intende conferita d'ufficio.

Il vigente ACN, all'art.36, definisce le caratteristiche dello Studio del medico convenzionato con il SSN. Tali studi pertanto, che non necessitano dell'autorizzazione all'apertura e al funzionamento rilasciata dal Comune a meno che non vi si trovino attrezzature che presuppongono l'esecuzione di prestazioni non strettamente correlate all'attività assistenziale convenzionata (attrezzature per prestazioni particolari), devono avere le seguenti caratteristiche:

... omissis ...

2. Lo studio del medico convenzionato deve essere dotato degli arredi e delle attrezzature indispensabili per l'esercizio della medicina generale, di sala d'attesa adeguatamente arredata, di servizi igienici, di illuminazione e aerazione idonea, ivi compresi idonei strumenti di ricezione delle chiamate.

3. Detti ambienti possono essere adibiti o esclusivamente ad uso di studio medicocon destinazione specifica o anche essere inseriti in un appartamento di civile abitazione, con locali appositamente dedicati.

4. Se lo studio è ubicato presso strutture adibite ad altre attività non mediche o sanitarie soggette ad autorizzazione, lo stesso deve avere un ingresso indipendente e deve essere eliminata ogni comunicazione tra le due strutture.


Quindi per "Studio Medico idoneo" si deve intendere un insieme di minimo 3 ambienti (sala visita, sala d'aspetto, servizi igienici) dotati di tutte le caratteristiche di cui al comma 2 dell'art. 36 dell'ACN (illuminazione e areazione idonea, coibenza termica delle strutture, dimensionamento degli spazi, ecc.).

Nel caso nello studio medico sia presente un solo bagno è indispensabile che nella sala visita sia presente un lavamano o, qualora non sia facilmente installabile un sito con un dispenser di disinfettante per mani e un dispenser di asciugamani.

Gli impianti presenti nello studio (elettrici, idraulici, ecc.) devono rispondere alla normativa vigente.

Rifiuti speciali: deve essere vigente un contratto per lo smaltimento dei rifiuti speciali.

Per quanto riguarda gli orari si rimanda a quanto riportato nel vigente ACN agli Artt. 35 e 36 e all'AIR al capo II ex-art.20.

 
 
 
 
 


Web TV


Guest book
 


Sondaggi

Il nostro è un sito ... VIVO:
accendi le casse !
 

Previsioni del tempo a Napoli ?   Cerca nel sito
    
Aggiungimi tra i preferiti   Sceglimi come pagina iniziale
     
Calcola il tuo peso forma   Data presunta del parto
     
Per contattarci   Redazione Testata
     
Tempo libero
Barzellette mediche
 
Album fotografico
 
P O R T O B E L L O
.. il mercatino dell'usato
 
 
LINKS  UTILI
ASL Na 3 Sud Ordine Medici Napoli
FIMMG Ministero della Salute
A.I.F.A. Istituto Super. Sanità
Federfarma Regione Campania
 vai su
Tutti i loghi ed i marchi sono dei rispettivi proprietari.
Policy-Disclaimer

Webmaster dott. DE LIGUORO

© 2016 Powered by
DeLiWeb - 2006-2011