Testata Giornalistica registrata al Tribunale di Napoli (Reg. n° 32 del 30.3.11) - Direttore Responsabile: Francesco Paolo DE LIGUORO
 
... il portale della MediCoop VESEVO
| | | | | | |

Archivio notizie
MediCoop VESEVO
ASL Na 3 Sud
Forum
Utilities
Album fotografico
Vecchio sito
Pubblicità
 
 

Le rubriche

 
 
 
MediCoop VESEVO è su
 
   
Il tuo indirizzo IP è 23.20.162.200
 
 
 
  Le Rubriche Utenti online : 1122


Prevenzione cardiovascolare

(a cura di Felice MAIORANA)

 

FATTORI DI RISCHIO

L'informazione implica conoscenza e oggi con le nuove tecnologie web diventa più che mai categorica, in quanto facilmente a portata di tutti; pertanto, conoscere a fondo i fattori di rischio cardiovascolari, capirne davvero i pericoli, connessi spesso e aggiungerei volentieri a stili di vita e alimentazione scorretti, rappresenta il punto di partenza per iniziare un serio programma per prevenire l’insorgenza delle malattie cardiovascolari. L'attenzione ai diversi aspetti dello stile di vita rappresenta il “leitmotiv” nella prevenzione cardiovascolare, in cui l’intervento farmacologico deve essere attuato solo dopo aver modificato il più possibile i comportamenti scorretti.

A questo punto è opportuno porsi la domanda: a chi è dedicata questa rubrica ?

A chi vuole assaporare il gusto della salute!
A chi vuole riflettere su determinati argomenti ed utilizzarli come spunto per ulteriori approfondimenti!
Ai medici per i quali vale il motto “ prevenire è meglio che curare” !

Forse non tutti sanno che tale frase è stata formulata la prima volta dal medico, nativo di Carpi (Mo), Bernardino Ramazzini (1633-1714), padre della medicina del lavoro. Il suo trattato di medicina del lavoro "De morbis artificum diatriba", da cui è tratta la celebre frase, sarà, per diversi decenni, il principale punto di riferimento mondiale per lo studio epidemiologico delle malattie professionali ed è considerato una pietra miliare della medicina del lavoro.
E, proprio, guardando al suo insegnamento ed alla sua attività, nell’era del benessere, che dovrebbe svilupparsi una maggiore sensibilità rispetto alla questione della salute.
Oggi purtroppo sul tema della prevenzione esistono numerose lacune, vi è troppo spesso scarsa professionalità, superficialità, scetticismo ed improvvisazione nella gestione di argomenti e situazioni complesse, che richiederebbero più attenzione e dovrebbero essere affrontate con maggiore impegno ed energia, anziché liquidate troppo frettolosamente. Spesso ciò è dovuto al poco tempo che si riesce a dedicare ai propri assistiti, nell’ambito di una burocratizzazione sempre più spinta dell’atto medico, che comporta la perdita del punto di vista più importante in medicina, la salvaguardia della salute. E’ importante rammentare che le tecnologie virtuali, sempre più preponderatamente al servizio della medicina, pur risultando indispensabili per il normale svolgimento dell’attività professionale, non possono sostituire il contatto umano diretto con le persone, elemento essenziale per riportare al centro dell’interesse medico la persona in tutta la sua integrità e completezza psico-fisica.
Nel suo libro “Credere e curare”, Ignazio Marino scrive: il paziente desidera che il medico lo tocchi… gli metta una mano sulla pancia… lo faccia tossire…. Parole dette da un medico che esercita la sua professione da venticinque anni in Europa e negli USA in un ambiente altamente tecnologico ma che non ha dimenticato gli studi umanistici e la nostra cultura. Spesso il solo colloquio con il medico di fiducia rappresenta un “toccasana” ed in alcuni casi solo con una semplice “assicurazione” del tipo: non ti preoccupare, non hai nulla… , si ottiene, se non la risoluzione della sintomatologia, almeno una sua attenuazione; ahimè !! quante sono le malattie di origine psicosomatica per le quali basterebbero solo maggiore ascolto e attenzione.

ORIGINE DEL TERMINE

Il termine prevenzione deriva dal latino “praevenire” (venire prima) nel senso di anticipare la malattia, mentre il termine profilassi deriva dal greco prophylaxis (pro – innanzi e phylasso – guardo, veglio, custodisco), nel senso di custodire lo stato di salute.
Il dizionario Treccani fornisce tale definizione: “In campo medico, il tentativo di evitare la comparsa di una malattia, o di una sua specifica manifestazione o di un suo aggravamento o recidiva fino a un possibile evento fatale, nonché il complesso delle procedure messe in atto per raggiungere questo scopo”.
Gli interventi di prevenzione, pertanto, sono in genere rivolti all'eliminazione o, nel caso che la stessa non sia concretamente attuabile, alla riduzione dei rischi che possono generare dei danni rappresentando un investimento per il futuro e un risparmio in termine di risorse economiche e di anni di vita nel medio e lungo termine.
In ambito sanitario esistono tre livelli di prevenzione:

1. Prevenzione Primaria: è la forma classica e principale di prevenzione, focalizzata sull'adozione di interventi e comportamenti in grado di evitare o ridurre l'insorgenza e lo sviluppo di una malattia o di un evento sfavorevole (modificazione degli stili di vita).

2. Prevenzione Secondaria: si riferisce alla diagnosi precoce di una patologia, permettendo così di intervenire precocemente sulla stessa, ma non evitando o riducendone la comparsa. La precocità di intervento aumenta le opportunità terapeutiche, migliorandone la progressione e riducendo gli effetti negativi.

3. Prevenzione Terziaria: si riferisce alla prevenzione delle complicanze, delle probabilità di recidive e della morte.

A conclusione è importante rimarcare un ulteriore aspetto, quello della consapevolezza dei propri limiti che dovrebbe essere il “primum movens” di ogni attività medica; pertanto è opportuno individuare un ulteriore tipo di prevenzione, quella della medicina non necessaria o della eccessiva medicalizzazione. Nella professione medica non bisogna mai perdere di vista il basilare principio Ippocratico "primum non nocere".
Evitare gli interventi medici in eccesso è fondamentale nel campo dell’assistenza primaria.

 
Altri capitoli sulla "Prevenzione cardiovascolare"
 

Il nostro è un sito ... VIVO:
accendi le casse !
 

 
    
 
     
 
     
 
     
Tempo libero
 
 
 
 
LINKS  UTILI
 vai su
Webmaster dott. DE LIGUORO

© 2015 Powered by
DeLiWeb - 2006-2012